Riviste all’Indice. La controriforma dell’Anvur

E’ il titolo del mio articolo, uscito su Roars qui. Su Roars si può leggere anche la lettera – brevissima, efficacissima – con cui il sociologo bolognese Pier Paolo Giglioli rifiuta di fare da revisore per l’Anvur. E’ circolata molto per via informale prima di essere resa pubblica: se non l’avete ancora vista, guardatela. Merita, anche dal punto di vista letterario.

Quanto alla discussione nei commenti al mio articolo: sì, penso sul serio – e non da sola – che la cosa più bella della pubblicazione ad accesso aperto sia proprio la possibilità dell’accademia di entrare nella conversazione in rete da pari a pari. Le idee si trovano dappertutto e io dappertutto le prendo, partecipando a una revisione paritaria ex post che permette di filtrare i testi senza censurarli..

Chi, nell’università, pretende il bollo del governo sui suoi testi, perché in rete tutte le pubblicazioni sono sullo stesso piano ha semplicemente paura del gioco dell’uso pubblico della ragione – un gioco che non va riservato ai professori, ma aperto a chiunque abbia una testa per pensare e un cuore per cercare.

About these ads

2 Trackbacks to “Riviste all’Indice. La controriforma dell’Anvur”

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 81 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: