Nirvana marxista

Ho appena segnalato, riassunto e commentato sul “Bollettino telematico di filosofia politica” un articolo essenziale che spiega benissimo perché molti studiosi marxisti – e quindi tanta parte della cultura italiana – hanno  sottovalutato il movimento per l’accesso aperto.   Chi volesse leggere la mia analisi, la trova qui. L’articolo è a un altro click di distanza.

Il Nirvana marxista non è Milano dopo la vittoria di Pisapia, ma una  fallacia di media fama.

E’  veramente un piacere fare l’editor di un overlay journal e poter pubblicare quello che ti interessa e non solo quello che ti mandano. Le riviste sono nate come luoghi di discussione e di ricerca, e  non di sfruttamento e di potere. L’overlay journal è quasi un ritorno alle origini.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: