24 dicembre, 2014

La conferenza del Decennale su “Bibliotime”

Per chi si occupa di accesso aperto in Italia il Decennale è il decimo anniversario della Dichiarazione di Messina del 2004, con la quale buona parte delle università italiane hanno aderito al principio dell’Open Access. Il 3-4 novembre 2014,  di nuovo a Messina, una conferenza ha misurato la strada che ancora separa il principio dal fatto. La rivista “Bibliotime” ne ha pubblicato alcuni interventi, trasformati in articoli, nel numero ora visibile qui.

C’è anche un mio testo, che s’ispira all’esperienza del “Bollettino telematico di filosofia politica” per chiedersi come mai stia diventando sempre più difficile fare qualcosa di così semplice. Chi lo preferisce in pdf lo può trovare anche presso l’archivio Marini, qui.

Gli appassionati di anvurologia possono anche leggere The Gatekeepers, una brillante esposizione delle principali tesi di un testo di livello ufficialmente limitato. A chi credere? All’anonima Anvur o a Giuseppe De Nicolao, che riprende il nostro lavoro col suo nome?

22 settembre, 2014

Per la scienza, per la cultura

Vale la pena parteciparePer la scienza per la cultura, per esempio con il materiale già predisposto su “Roars”. Ci sono divinità che non meritano sacrifici. Ci sono cose su cui non bisogna fare economia.

11 luglio, 2014

Manuale di stile, aggiornato

Il canone della citazione accademica che tutti noi abbiamo imparato quando abbiamo scritto la nostra tesi di laurea è ancora adatto per l’età della rete, o vale la pena discutere di un suo aggiornamento? Non è una questione “da bibliotecari”, perché riguarda l’accessibilità di quanto indichiamo come rifermento e la sua controllabilità. Ne parlo sul Bftp, qui.

Tag:
19 giugno, 2014

Tomáš Sedláček: perché l’economia politica ci rende poveri

Tomáš Sedláček è stato consigliere economico di Vaclav Hàvel. Sono finalmente riuscita a recensire il suo libro eterodosso,  Economics of Good and Evil, qui.  Peccato che sia ad accesso chiuso…

12 maggio, 2014

LaTeX per umanisti timidi

Non è mica obbligatorio consumare la vita su Power Point e su Word  C’è di meglio, soprattutto per chi ama fare astrazione dall’esperienza sensibile.

Qui c’è una brevissima introduzione al LaTeX per l’uso di studenti e umanisti timorosi, completa di sorgente. Forse ho spiegato comandi, dichiarazioni e ambienti in modo un po’ troppo fantasioso.  Mi sono divertita a scriverla, però,  e  potrebbe perfino  servire a qualcuno.

Tag:
Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 81 follower